Rassegna musicale
Scatola sonora
gennaio /giugno 2024

"Parfum de Paris" 

Duo Renié
Violino e Arpa

Venerdì  8 marzo 2024 ore 20:30

Esempio1

Programma del concerto 

M. Tournier (1879-1951)
-Promenade à l’automne
-Deux Préludes romantiques op.17

C. Saint-Saëns (1835-1921)
Fantasie per violino e arpa op.124

H. Renié (1875-1956)
Andante religioso

G. Fauré (1845-1924)
-En prière
-Berçeuse Op.16

J. Massenet (1842-1912)
Méditation da l’opera Thaïs

N. C. Bochsa (1789-1856) / R. Kreutzer (1766-1831)
Notturno Concertante op.59 n.4

INTRODUZIONE ALL'ASCOLTO A CURA DI ALESSANDRO TOMMASI

L’ 8 marzo Barco Teatro si trasforma in un salotto parigino con il Duo Renié. Con le sonorità del violino e dell’arpa, il pubblico potrà immergersi nelle atmosfere della Parigi ottocentesca, con melodie celebri quali la Méditation dalla Thaïs di Massenet, ma anche brani di grande respiro, come l’affascinante Fantasia in tre movimenti di Saint-Saëns. Fauré, Renié, Tournier e Bochsa rifiniscono un programma intimo e suadente come una sera d’autunno.

Duo Reniè
Il Duo Renié, nato nel 2019, prende il nome dalla celebre arpista e compositrice francese Henriette Renié famosa per il suo metodo incentrato sulla tecnica del proprio strumento nonché per le molte composizioni cameristiche e solistiche per Arpa.
I musicisti Giulia Rettore e David Scaroni hanno deciso di unire le proprie esperienze artistiche in una fusione di suoni capace di catturare l’attenzione del pubblico attraverso sonorità che solo l’arpa e il violino insieme possono creare.
In breve tempo il Duo Renié ha riscosso notevoli apprezzamenti e nel 2020 è stato pubblicato per l’etichetta "Da Vinci Classics" il loro primo disco contenente i Sei Notturni Concertanti op. 59 scritti a quattro mani dai compositori Rodolphe Kreuter e Nicholas Charles Bochsa.

Giulia Rettore
Giulia è un’arpista eclettica che affianca all’attività di orchestrale quella della musica da camera e solistica, l’interesse per la musica folk e l’attività di docente di arpa classica e celtica che svolge con grande passione dal 2006.
Come solista ottiene il 1° premio al concorso internazionale “Giovani Talenti 2008” di San Bartolomeo al Mare (Im); vince numerosi premi in concorsi nazionali ed internazionali di musica da camera.
Si esibisce come solista e camerista in prestigiose sale italiane e londinesi, come Teatro Piccolo Regio di Torino, Auditorium Pollini di Padova, Gallerie di Palazzo Leoni Montanari di Vicenza, Teatro Malibran di Venezia, Queen Elizabeth Hall, English National Opera, Old Royal Naval College Chapel e Southwark Cathedral di Londra.
Nel 2017 incide con l’ensemble Musagéte e il coro I Polifonici Vicentini un brano inedito del M° Mario Lanaro per flauto, oboe, arpa, violoncello e coro dedicato all’Annunciazione di Maria. Nel 2012 collabora con il compositore Simone Spagnolo per la creazione e l’incisione del suo brano “Silenzio” per arpa preparata, dedicato a John Cage in occasione dei festeggiamenti in suo onore alla English National Opera di Londra.
Nello stesso anno compie una tournée di musica da camera in Romania organizzata dall’Istituto Italiano di Cultura all’estero. Svolge un’intensa attività orchestrale come prima arpa: Orchestra delle Venezie, I Solisti Veneti, Orchestra di Padova e del Veneto, Pomeriggi Musicali di Milano, I Virtuosi Italiani, Orchestra Filarmonica Italiana, Orchestra Sinfonica di Sanremo, Orchestra Filarmonia Regionale Veneta (Treviso), Orchestra Filarmonica del Veneto, Orchestra da Camera di Brescia, Marylebone Camerata (Londra), London Gala Orchestra (Londra), Metropolitan Chamber Orchestra (Londra), West London Symphonia (Londra). 
Dopo aver conseguito a pieni voti il diploma in arpa presso il conservatorio “Luca Marenzio” di Brescia sotto la guida di Anna Loro, consegue un Master biennale in Music Performance presso il Trinity Laban Conservatoire di Londra, seguita dalla prof.ssa Gabriella dall’Olio e sostenuta da borse di studio.
Affianca allo studio dell’arpa lo studio della musicologia: nel 2007 si laurea con 110 e lode presso il Corso di Laurea in Storia e Tutela dei Beni Culturali con indirizzo musicale della Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Padova.
Si è perfezionata seguendo corsi estivi e masterclass con arpisti di fama nazionale ed internazionale.
Nonostante la formazione classica, Giulia sperimenta con entusiasmo altri generi musicali: in particolar modo collabora con musicisti jazz e folk e crea arrangiamenti di musica celtica.

David Scaroni
Ha studiato violino inizialmente al Conservatorio di Rovigo, sua città natale,  diplomandosi poi sotto la guida del M° Glauco Bertagnin presso il Conservatorio di Vicenza.
Ha partecipato a molteplici masterclasses e si è perfezionato con i Maestri Roberto Ranfaldi all'Accademia L. Perosi di Biella e con Marco Rogliano all'Accademia di Pavia e all'Accademia Steinway Society di Verona.
Collabora con diverse orchestre italiane come l'Orchestra d'Archi Italiana, l'Orchestra Haydn di Bolzano e Trento, la Filarmonica del Festival Pianistico Internazionale di Brescia e Bergamo, l’Orchestra di Padova e del Veneto, l’Orchestra Leonore di Pistoia, l'Orchestra del Teatro Comunale di Bologna, la Filarmonica Arturo Toscanini di Parma e l'Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI di Torino.
Ha effettuando concerti e tournées  in Italia, Spagna, Belgio, Slovenia, Svizzera, Austria, Francia, Germania, Kuwait, Azerbaijan, Emirati Arabi, Oman, Bahrain e in Argentina, esibendosi in importanti teatri e sale da concerto. In queste occasioni ha potuto esibirsi in prestigiosi festival come Ravenna Festival, Festival Pianistica Internazionale di Brescia e Bergamo, Ravello Festival, Festival Internazionale MITO, Abu Dhabi Festival, Gabala Music Festival, il Festival di Pentecoste di Salisburgo collaborando con importanti direttori e solisti di fama internazionale.
Ha effettuato registrazioni discografiche per le etichette "Stradivarius", "Velut Luna", "Ducale", "Dynamic", "Brilliant Classics", "Universal Music, Amadeus", "Azzurra Music" e ha pubblicato per "Da Vinci Publishing" sue revisioni dei Sei Duetti per due violini op.4 di Giuseppe Cambini, dei Tre duetti op.6 di F. A. Hoffmeister, dei Tre duetti Concertanti per violini di L. Tomasini, della Pantomima per due violini di C. Tessarini, del Duetto per violino solo di G. B. Viotti, del Trio per due violini e violoncello (1776) di G. Brunetti, dei Trii per archi di L. Cherubini e della della Suite in La maggiore per trio d’archi di J. Sibelius.
E’ membro e fondatore del Trio Hegel con il quale ha ottenuto numerosi premi in concorsi nazionali e internazionali. Il Trio ha all’attivo incisioni discografiche per "Tactus", "A Simple Lunch", "Da Vinci Classics"  e si è esibito per importanti stagioni italiane come il Mantova Chamber Music Festival, la Società dei Concerti e la Società del Quartetto di Milano, la Fondazione Teatro Grande di Brescia, l’Associazione Chamber Music di Trieste, il Cantiere Internazionale d’Arte di Montepulciano, esibendosi in tournée estere in Svizzera e Finlandia con ampi riconoscimenti da parte di pubblico e critica.
Per "Da Vinci Classics" ha pubblicato nel 2022 un disco monografico su Franz Schubert incentrato su opere composte dal compositore nel 1816 (Sonatine per violino e pianoforte, Ländler per violino solo e Lieder) incise assieme al pianista e direttore d’orchestra Gerardo Felisatti.
David Scaroni suona un prezioso strumento costruito a Bologna nel 1876 dal celebre liutaio Raffaele Fiorini.

Info biglietti e orari
Biglietto unico: € 11,00
Acquisto  online su portale Vivaticket o direttamente presso le rivendite autorizzate Vivaticket, senza diritti di  prevendita.

Inizio concerto ore 20.30

Il bar di Barco Teatro è aperto dalle ore 19.00 alle ore 20.15 con gustosi cicchetti e aperitivi preparati dalla chef Claudia Fioraso di Clafè Lab e da gustare in attesa del concerto. 

Acquista il biglietto su VIVATICKET